Il Bogatennis mette a disposizione dei propri associati e non solo una piccola biblioteca/videoteca a tematica tennistica. Gli articoli possono essere presi in prestito per un massimo di 30 giorni ed al massimo di due alla volta. Verrà richiesto un piccolo contributo spese gestione di euro 3,00 per gli associati Bogasport asd e di euro 5,00 per i non associati. I proventi saranno utilizzati per l’acquisto di nuovi libri/dvd. Per richiedere un volume sarà sufficiente inviare una richiesta utilizzando il modulo abbinato ad ogni volume. Potete contattarci all’indirizzo mail bogatennis@libero.it se volete mettere a disposizione dell’associazione vostri libri o dvd da poter condividere.

Questo è l’elenco del materiale attualmente a disposizione.

Marco Di Nardo - La matematica del Tennis: numeri e statistiche del Tennis nell’era Open.

I numeri e le statistiche si associano perfettamente al mondo del tennis, in particolare dal 1968, quando è stata abbandonata la vecchia divisione tra tennis dei professionisti e degli amatori. La Matematica del Tennis ripercorre questo periodo lungo quasi mezzo secolo, attraverso le statistiche del singolare maschile nella cosiddetta Era Open. Uno spazio è riservato anche alle grandi rivalità degli ultimi 40 anni di tennis, da Connors-McEnroe a Federer-Nadal, passando per le sfide tra Becker ed Edberg, e quelle tra Agassi e Sampras.

Invia prenotazione

John McEnroe - Sul serio.

Era una fede, una trasgressione senza anagrafe, non potevi non guardarlo. SuperBrat, il supermoccioso, genio (molto) e sregolatezza (non di meno). Leggendari i suoi colpi, rasoiate o carezze. Altrettanto la sua irascibilità, le sfuriate contro arbitri, avversari, giudici di linea, a volte spettatori. Broncio perenne e la miccia dell’isteria sempre sul punto di prendere fuoco, per ogni ingiustizia vera o presunta. Come quando a Wimbledon urlò reiteratamente e a squarciagola il suo “You cannot be serious!” (Non puoi dire sul serio!) in faccia all’arbitro. O quando apostrofò i giudici di linea gridando: “Voi non siete umani!”. O quando, interrompendo una partita, si rivolse a uno spettatore che lo infastidiva domandandogli: “Che problemi hai, a parte essere disoccupato, un cretino e un idiota?”. Nato in una base militare statunitense nell’ex Germania Ovest e cresciuto nel Queens, John McEnroe è l’icona anticonformista di un’epoca, oltre che di uno sport. Ha respirato l’aria rarefatta e gelida del vertice, quel punto in cui è difficilissimo arrivare e ancor più rimanere. Lì fa freddo e sei solo. Solo veramente, assolutamente, e con una fila di gente che vuole buttarti giù. Oggi racconta tutto, in una biografia che diventa romanzo di una vita. Il mondo del grande tennis professionistico, da Borg ad Agassi, e la New York psichedelica di una stagione leggendaria. Le ragazze, i matrimoni, lo sballo, i trionfi, i rovesci, gli schiaffi presi dalla vita.

Invia prenotazione

David F. Wallace - Il Tennis come esperienza religiosa.

Negli anni della giovinezza e ben prima di diventare il più grande innovatore della letteratura americana contemporanea, David Foster Wallace si è a lungo dedicato al tennis, entrando nelle classifiche regionali e sfiorando la fama che ha saputo costruirsi altrove, e con ben altri esiti. Il tennis è rimasta una delle sue grandi passioni, tradotta nelle pagine di “Infinite Jest” e “Tennis, TV, trigonometria e tornado”. Ma soprattutto in due saggi, qui raccolti insieme per la prima volta, e dedicati rispettivamente a Roger Federer e a un’epica edizione degli U.S. Open. Ma anche a mille altre cose: lo scontro omerico tra il talento e la forza bruta, tra la bellezza apollinea di una volée perfetta e gli interessi economici “sporchi” che ruotano intorno a ogni sport. Il tutto, nella lingua immaginifica e inimitabile che i fan di David Foster Wallace hanno imparato da tempo a conoscere e amare.

Invia prenotazione

John Littleford - Il Tennis. Tecniche e tattiche per migliorare il gioco.

Questo libro ci offre un approccio unico all’apprendimento del tennis. Il servizio, il diritto, il rovescio, la volé e il resto vengono analizzati e dimostrati tramite fotografe prese da ogni angolatura: di fronte, da dietro, dal lato sinistro, dal lato destro e dall’alto. Alla fine così il lettore avrà una visione a 360° di come posizionare i piedi, il corpo e la racchetta in modo da poter facilmente correggere il proprio assetto al momento di colpire un topspin mortale o un rovescio terribile. Con questo approccio visivo alla tecnica dei colpi il lettore apprenderà a: Giocare uno spin vincente; Padroneggiare forzae angolatura dei colpi; Servire con maggiore velocità e effetto; Rispondere a un servizio in maniera potente e accurata; Muoversi in maniera più fluida e efficace.

Invia prenotazione

Brad Gilbert - Vincere sporco – Winning ugly. Guerra mentale nel tennis. Lezioni da un maestro.

“Io ho vinto un sacco di partite che avrei dovuto perdere. Tu hai perso un sacco di partite che avresti dovuto vincere. Penso di poterti essere utile”. Grazie a queste parole, Brad Gilbert divenne il coach di Andre Agassi e in un anno e mezzo lo riportò al numero uno del ranking mondiale. Con i suoi suggerimenti tu non diventerai il più forte giocatore del mondo, ma è molto probabile che farai un salto di qualità mentale che ti servirà dentro e fuori dal campo.

Invia prenotazione

Novak Djokovic - Il punto vincente. La mia strategia per l’eccellenza fisica e mentale.

Nel 2011 Novak Djokovic è stato protagonista di quella che i giornalisti sportivi hanno chiamato “la migliore stagione nella storia del tennis”: ha vinto 10 titoli, 3 Grandi Slam e 43 match consecutivi. Eppure, fino a due anni prima, riusciva a malapena a completare un torneo. Come ha fatto un giocatore tormentato da dolori, difficoltà respiratorie e infortuni sul campo a diventare improvvisamente il numero uno al mondo? La risposta è sorprendente: ha cambiato la sua alimentazione. Dall’infanzia sotto le bombe a Belgrado fino a raggiungere il successo, Djokovic spiega, con voce convincente e sincera, la sua storia e il suo “metodo”. E rivela il segreto che gli ha cambiato la vita e che può migliorare quella di ognuno di noi. La scoperta della sua intolleranza al glutine gli ha imposto una “svolta” che lo ha reso un atleta più forte, leggero, veloce e resistente. Più concentrato e più in forma, è riuscito a realizzare il suo sogno di bambino: vincere Wimbledon e conquistare la posizione numero uno nella classifica ATP. Ma la vera rivelazione sta nel fatto che il suo programma può essere di aiuto a tutti, non solo agli sportivi. “Il punto vincente” guida i lettori lungo un piano in 14 giorni per eliminare lo stress, perdere i chili di troppo e diventare più sani, più forti e più lucidi in ogni momento della vita, grazie a consigli pratici, menù settimanali e deliziose, semplici ricette. Non c’è bisogno di essere un superatleta per cominciare a sentirsi meglio.

Invia prenotazione

Gianni Clerici – 500 Anni di Tennis

51rufE-go6L._SS100_Dopo aver frugato sottotetti e cantine, consumata una scrivania del British Museum, intervistato più di settecento addetti ai lavori, un giovane Clerici aveva finalmente dato alle stampe, nel 1974, il suo riassunto di ben 500 anni di tennis. Le risultanze di questa fatica erano state le traduzioni in Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia, Germania, Spagna, Giappone, e insomma il successo mondiale. “Il libro italiano più conosciuto dopo la Divina Commedia e Pinocchio” aveva affermato Enzo Biagi, mentre un altro estimatore di Clerici, Italo Calvino, l’aveva definito “uno scrittore in prestito allo sport”. C’era tuttavia in questa etichetta, che Calvino voleva generosa, l’involontaria riserva di una società letteraria legata a vecchi schemi, non sappiamo più se snob o provinciali. Da allora, non meno di dieci romanzi, due volumi di racconti e due di poesie avrebbero raccontato in primo piano, o sullo sfondo, l’uno o l’altro sport, un fenomeno sempre più importante della società contemporanea. Per non parlare di due commedie, entrambe ispirate a quella che Clerici chiama “la mia maitresse”, la grande tennista Suzanne Lenglen, alla quale è ovviamente dedicato uno dei più struggenti capitoli di questo libro. Nuovamente rivisto e aggiornato, “500 anni di tennis” ritorna a proporsi non solo agli appassionati di questo sport – o meglio gioco – come la summa di una evoluzione storica, ma offre anche una lettura sociologica, e una squisitamente umana…

Invia prenotazione

Remo Borgatti – Era Open. Quarant’anni di Tennis Professionistico Raccontati Attraverso i Tornei Dello Slam

Prima del 1968 nel tennis c’erano due circuiti di tornei: uno dilettantistico costituito dai tornei ufficiali e uno professionistico fatto di esibizioni. Poiché ai professionisti era vietato partecipare ai tornei dei dilettanti venne a crearsi una situazione paradossale: i giocatori più forti passavano al professionismo e disertavano i tornei ufficiali, tra cui i prestigiosi tornei del Grande Slam. Una situazione che si risolverà solo nel 1968, quando tutto il tennis diverrà professionistico. Quel che è avvenuto da allora in poi è l’oggetto di questo libro. Un libro per appassionati che, oltre al resoconto puntuale anno per anno dei singoli tornei, offre gli albi d’oro, un completo dizionario dei vincitori dello Slam e una tabella ricca di dati statistici.

Invia prenotazione

Luca Marianantoni – Atp Story. Storia e Statistiche dei Primi Quarant’anni dell’Atp

L’avvento dell’Era Open, nel 1968, ebbe come conseguenza la nascita, nel giro di pochi anni, dell’Associazione dei tennisti professionisti (Atp), costituitasi nel 1972. Questo libro ne racconta la genesi e le varie fasi di vita: dalla iniziale riunione “clandestina” tenuta negli scantinati di Forest Hills, alla prima classifica computerizzata, pubblicata il 23 agosto 1973, che vedeva al numero uno l’istrionico campione rumeno Ilie Nastase, fino alla più recente riorganizzazione del circuito professionistico. Inoltre offre una ricca serie di tabelle statistiche dove appassionati e addetti ai lavori potranno soddisfare ogni sorta di curiosità.

Invia prenotazione

Massimo Coppola – Tenniste. Una Galleria Sentimentale

“Tenniste. Una galleria sentimentale”, è un viaggio all’interno di un mondo che ha sedotto intere generazioni: dalle prime tenniste pioniere alla “Divina” Suzanne Lenglen, da Lea Pericoli a Steffi Graf, passando per Gabriela Sabatini, Anna Kournikova e Maria Sharapova, fino alle bellezze di casa nostra, Silvia Farina e Flavia Pennetta. E ancora: Martina Navratilova, Monica Seles, Martina Hingis, le sorelle Williams. Un volume con le immagini delle tenniste più importanti e fascinose, arricchito da una prefazione di Gianni Clerici.

Invia prenotazione

Andre Agassi – Open, la Mia Storia

Costretto ad allenarsi sin da quando aveva quattro anni da un padre dispotico ma determinato a farne un campione a qualunque costo, Andre Agassi cresce con un sentimento fortissimo: l’odio smisurato per il tennis. Contemporaneamente però prende piede in lui anche la consapevolezza di possedere un talento eccezionale. Ed è proprio in bilico tra una pulsione verso l’autodistruzione e la ricerca della perfezione che si svolgerà la sua incredibile carriera sportiva. Con i capelli ossigenati, l’orecchino e una tenuta più da musicista punk che da tennista, Agassi ha sconvolto l’austero mondo del tennis, raggiungendo una serie di successi mai vista prima.

Invia prenotazione

Monica Seles – Ho Ripreso Il Controllo. Del Mio Corpo, della Mia Mente, di Me Stessa

Noi tutti ricordiamo la star del tennis Monica Seles che infiamma il campo e strabilia i tifosi con una rotazione di diritto unica nel suo genere. Nata per essere campionessa, Monica scopre il tennis quando è solo una bambina in vacanza con la famiglia e ne diventa ben presto maniaca visto che vince il primo torneo a nove anni, ancor prima che riesca a capire come si fa a tenere il punteggio. Nel 1990, a sedici anni, diventa la più giovane vincitrice dei French Open e per i due anni successivi è la tennista numero uno al mondo, che colleziona nove titoli del Grande Slam e affascina i media alle conferenze del dopopartita con la sua caratteristica risatina. Monica Seles domina il circuito mondiale – viaggiando in aereo da un’incantevole località turistica all’altra, andando alle feste delle rock star e sfoggiando abiti firmati fino a che tutto precipita quando un tifoso di Steffi Graf impazzito le affonda un coltello nella schiena durante un match ad Amburgo. Le sue ferite guariscono, ma il trauma emotivo è profondo.

Invia prenotazione

Gianni Clerici – Wimbledon. Sessant’anni di Storia del Più Importante Torneo del Mondo

La prima volta fu da bambino, nel 1937. Il bambino divenne giovane tennista e, nel 1953, affrontò un lungo viaggio fino a Londra, con una vecchia Topolino, per calcare l’erba di quel che uno dei suoi maestri, Giorgio Bassani, avrebbe definito “il Vaticano del tennis”. Da allora, abbandonata ogni speranza di vincere un giorno i Championships, Gianni Clerici non ha mai smesso di raccontare, con infinita competenza, i trionfi e le cadute dei grandi che hanno fatto la storia del torneo di tennis più importante, il primo a essere disputato sin dal 1877. Perché il mito del tennis è il mito di Wimbledon, e gli articoli di Clerici – qui per la prima volta raccolti in un volume arricchito di profili dei campioni, annotazioni personali e fotografie rievocano l’epopea di un gioco passato dal dilettantismo al professionismo, dalle racchette di legno a quelle costruite in materiali spaziali. Nelle cronache dello Scriba, come è stato definito Clerici dagli anglofoni, scorrono sessant’anni di storia dello sport più amato, in una sorta di “rivisitazione del tempo perduto ai margini dei court”. Ci sono le vittorie di Jimmy Connors, “l’Antipatico”, di Björn Borg, “l’Orso”, di John McEnroe, “il Bauscia”, e poi i record di Roger Federer e delle sorelle Williams, ma anche gli amori chiacchierati di Martina Navratilova, o la bizzarra storia di un ricco maragià indiano, che solo in punto di morte riuscì a ottenere l’ammissione all’esclusivissimo All England and Croquet Club di Wimbledon.

Invia prenotazione

Gianni Clerici - Tennis facile

Invia prenotazione

Vic Braden – Il Tennis del futuro

Invia prenotazione